Basket Team Crema

Contenuto

A Nina Pasquini

Giocatrice di basket, conosciuta ed apprezzata nell’ambiente sportivo non solo della nostra città, nel 1996 riceve dal Comune di Crema il premio al “merito sportivo”. La motivazione esprime completamente, rappresentandola, un po’ tutta la vita sportiva di “Nina” Pasquini. “Inizia nel 1954, all’età di 13 anni l’attività agonistica militando nella Fari Fulgor Crema. Nel 1957, dopo aver vinto le fasi provinciali e regionali del campionato Fari, si laurea Campione d’Italia, traguardo che raggiungerà anche nel 1960 e nel 1961. Dal 1962 al 1965 milita nelle file della «Salus et Virtus Piacenza» partecipando al campionato di serie B. Nel 1966 con la fondazione della Sab, ritorna a Crema dove prosegue la sua attività fino al 1970. Nella sua carriera vi è anche una apparizione nella nazionale femminile”. Un riconoscimento prestigioso e meritato, che lo sport Cremasco ha attribuito ad una persona che, smessi i panni di giocatrice, ha continuato a frequentare le palestre ed i campi di basket non riuscendo però mai a staccarsi da quell’ambiente che le aveva dato tante soddisfazioni. Prima come allenatrice e quindi come dirigente, ha continuato ad essere una presenza costante ed un punto di riferimento per il Basket Femminile Cremasco. E questo tanto nel periodo d’oro, coronato da successi entusiasmanti quanto durante gli anni successivi caratterizzati da una crisi profonda. E naturalmente, quando è nata l’idea di ripartire per riportare il basket femminile di casa nostra a certi livelli, la sua figura non poteva mancare. Era il giugno del 1989 quando nasceva il Basket Team Crema e la “Nina” non poteva mancare nel dare il via alla nuova avventura. Con lei molti di noi hanno mosso i primi passi, condiviso la fatica degli inizia con tutte quelle grandi difficoltà comuni a chi inizia accompagnate però sempre dall’entusiasmo e dalla determinazione che fanno da supporto e spingono ad andare avanti. Si è faticato all’inizio ma poi sono arrivate le prime soddisfazioni, con i primi successi “giovanili” e le promozioni in serie. Tutti traguardi importanti che hanno fatto crescere poco per volta il Basket rosa di casa e riportandolo ad essere tra le realtà più vive e presenti del movimento di basket femminile. Con la disputa del “Memorial” a lei dedicato il Basket Team Crema al gran completo, con tutti i propri dirigenti, le squadre, i suoi sostenitori ed i tanti amici che l’hanno conosciuta, vogliono continuare a ricordarla seguendo una partita che si gioca su di un campo di Basket.

Nina Pasquini