Sito della società sportiva AD Basket Team Crema

Contenuto

UNA VITTORIA SOFFERTA MA CONQUISTATA CON IL CUORE E GRANDE CARATTERE. UN BASKET TEAM SEMPRE ALL'ALTEZZA

 lunedì 18 febbraio 2019

Dopo aver subito sconfitte nei secondi finali (Costa, Vicenza e Udine) questa volta la buona sorte ma anche il carattere della squadra ci consegna un epilogo di gara diverso. Ci permette dopo aver ripreso in mano la possibilità di giocarci l’ultima carta di concretizzarla nel modo migliore e poi sullo slancio di cogliere i due punti in pallio. Una premessa questa che serve per inquadrare l’esito di una partita intensa, agonisticamente combattuta, giocata alla pari dalle formazioni in campo. Tante partite nell’andamento in una sola. Da una parte un Bolzano che già buona squadra ha fatto un salto di qualità notevole con l’arrivo di Katherine Ress e che è destinata ad essere d’ora in avanti una vera e propria mina vagante contro la quale tutti dovranno fare i conti. Scesa sul parquet della Cremonesi decisa a vendere cara la pelle e poi di fatto capace di concretizzare queste sue intenzioni. Dall’altra un Basket Team tornato a giocare per il primato ed a proseguire la propria serie positiva altrettanto deciso a confermare le proprie ambizioni di vertice. In sede di presentazione avevamo evidenziato le difficoltà che la squadra azzurra avrebbe incontrato vedendo poi che quelle che erano le premesse le abbiamo viste concretizzarsi sul campo. Onde evitare dubbi su un eventuale atteggiamento sbagliato da parte della nostra squadra ci preme dire che nulla è da rimproverare a Caccialanza & C. che nell’occasione hanno disputato una gara super ancor di più considerando quello che ha fatto la formazione avversaria. Il gruppo, se ce ne fosse ancora bisogno, perché è bene sottolinearlo sempre visto che nonostante tutto si percepisce un po' la fatica da parte “esterna” a riconoscere alla squadra i tanti meriti dimostrati fino ad ora e confermati sull’unico scenario che conta e che è il campo. Parlando della gara possiamo dire che la formazione altoatesina ha rappresentato un vero e proprio banco di prova per le ragazze di coach Sguazier che hanno avuto il merito di non mollare mai anche quando tutto sembrava perduto. La partita si è dimostrata difficile e complicata fin dalla contesa iniziale. Parte meglio la formazione ospite che si adatta meglio al metro arbitrale a differenza delle nostre che faticano molto e sull’asse Ress-Fall costruiscono il primo break che dopo due tempi le porta al riposo lungo con un +10 (34-24) che la dice lunga di come stanno andando le cose in campo. Il riposo serve per riordinare le idee della squadra cje torna in campo decisamente rinfrancata e può dentro la partita fin da subito. Progressivamente le cose cambiano e l’inerzia della gara passa di mano regalando un parziale di 21-7 che capovolge la situazione a nostro favore con il tabellone che ci vede avanti per 45-41 quando inizia il quarto periodo. Rimesse le cose a posto la sensazione è che la partita abbia preso una direzione favorevole per per 5’ il canestro avversario diventa un “tabu’” mentre Ress & C. prima azzerano il margine di svantaggio e rimettono la testa avanti tornando a controllare la contesa. Sotto di 2 a 10” dalla fine vediamo il tentativo dalla distanza di Caccialanza perdersi sul fondo e con questo concretizzarsi una sconfitta. Ma nel basket, l’abbiamo sperimentato tante volte in un senso o nell’altro, mai bisogna dire che è finita fino a che esiste concretamente una possibilità che la situazione apparentemente immutabile possa cambiare. L’ultimo possesso viene gestito malamente dalle nostre avversarie (anche se a onore del vero bisogna dire che un po' di sfortuna ci possa essere stata); sta di fatto che l’ultimo possesso passa nelle nostre mani o meglio in quelle di Norma che punta al canestro riuscendo a bucare il canestro. E’ pareggio e si va all’extra time. Il secondo in questa stagione. A Udine sorrisero le nostre avversarie. Nell’occasione sono le nostre ragazze ha dimostrare di avere l’energia, la freddezza e la lucidità giusta per prevalere con un 17-11 che spezza definitivamente gli equilibri che avevano caratterizzato una contesa che resta tra le più belle fino ad ora viste sul parquet di casa nostra. Merito di due squadre che hanno onorato nel modo migliore questo appuntamento.

Condividi