Basket Team Crema

Contenuto

E' UN BASKET TEAM IN SALUTE QUELLO CHE SI AGGIUDICA IL DERBY CONTRO ILSANGA MILANO

 lunedì 28 ottobre 2019

Dopo la convincente prestazione offerta contro l’Alpo le nostre ragazze si confermano nel derby contro il Sanga Milano disputando un’ottima partita. Nessun calo di tensione e soprattutto il giusto approccio permettono a Caccialanza & C. di affrontare l’impegno, che poteva nascondere qualche rischio, di giocare come si devono certe gare. E la metamorfosi rispetto ad una settimana fa è stata completa e certamente per coach Pinotti, che aveva seguito le due brutte prestazioni contro Albino e soprattutto Carugate i conti non sono tornati. Certamente il recupero di Melchiori, elemento fondamentale per tanti motivi è stato importante ma sarebbe riduttivo giustificare la sua presenza con la crescita generale sia a livello individuale che di squadra evidenziato negli ultimi impegni. L’ultimo dei quali, contro appunto la formazione milanese, ha visto scendere in campo un’altra formazione. Sia chiaro che non tutto funziona a meraviglia ma evidentemente qualche cosa è cambiato. Possono due allenamenti cambiare radicalmente la situazione? Non lo crediamo proprio. Passando alla cronaca. In breve sintesi: Una prima parte di gara giocata su un livello di sostanziale equilibrio con le padrone di casa a tentare più volte l’allungo ma contenute bene dalla formazione ospite capace di imbrigliare e contenere lo svantaggio al riposo lungo chiuso sul 29-24. Alzano il livello di concentrazione e di concretezza le ragazze di coach Stibiel nella seconda parte dell’incontro e le azioni trovano sempre meno una risposta efficace da parte della formazione avversaria che vede dilatarsi sempre più il proprio svantaggio. Le mani calde di Rizzi-Capoferri e della giovanissima Iuliano (2/2) colpiscono da lontano in sequenza micidiale spaccando definitivamente la partita già nel terzo periodo che si chiude con un eloquente 52-34- La formazione ospite gioca le sue carte migliori cercando di limitare i danni ma la gara ha ormai trovato una padrona assoluta del campo che chiude sul 71-50 una gara giocata con comunque con impegno da entrambe le squadre: “Dopo la sconfitta contro Carugate in questa settimana è stato chiaro a tutti che non si poteva più sbagliare e che l’opportunità di giocare due gare consecutive davanti ai nostri tifosi doveva essere assolutamente sfruttata. E i quattro punti conquistati certificano che si è reagito nel modo migliore al poco brillante inizio di stagione”.  Il commento a caldo del presidente Paolo Manclossi. “La squadra vista all’opera contro l’Alpo e questa sera contro il Sanga è una lontanissima parente di quella vista all’opera in precedenza. Personalmente ho avuto modo di confrontarmi con lo staff tecnico e con alcune giocatrici ed ero sicuro che una reazione non sarebbe tardata ad arrivare. Conosco bene il valore e l’affidabilità delle nostre ragazze e oggettivamente anche alcune difficoltà che potevano essere alla base delle difficoltà incontrate. Dopo Carugate Certi avevo ritenuto corretto stigmatizzare certi giudizi ascoltati e che consideravo un po' troppo affrettati. Ho sempre considerato anche in passato il primo mese, nel bene e nel male propedeutico per tutti e anche quest’anno la regola per me rimaneva la stessa. Il calendario iniziale non è stato agevole. L’esordio a Moncalieri, la sosta di 15 giorni, i due derby consecutivi in trasferta. Con una formazione profondamente rinnovata e con un nuovo staff tecnico inevitabilmente qualche cosa dovevamo pagarlo e così è stato. Intanto i due successi ci hanno permesso di smuovere la nostra classifica e di recuperare terreno. Adesso dobbiamo continuare e il prossimo obbiettivo sarà quello di dare continuità alla nostra corsa. Certamente in questo senso le prossime gare saranno un banco di prova molto indicativo. A cominciare dalla prossima gara che ci vedrà impegnati nella trasferta sempre insidiosa di Udine e poi nella gara casalinga contro un Castelnuovo Scrivia. Tutti avversari diretti con cui giocarci il primo obbiettivo stagionale che dovremo affrontare con la consapevolezza che risultati positivi potranno avere già un valore il doppio in prospettiva anche futura”.

Condividi