Basket Team Crema

Contenuto

GRANDE PRESTAZIONE DELLE AZZURRE- UDINE S'ARRENDE

 sabato 2 novembre 2019

La strada è ancora lunga ma l’impressione alla luce delle ultime prestazioni e’ che la squadra abbia imboccato quella giusta. Naturalmente bisogna mettere in preventivo che ci saranno serate meno brillanti ma l’importante è che la squadra rimanga convinta delle proprie potenzialità. Nelle ultime tre gare espresse progressivamente sempre di più e manifestate sia a livello individuale che di squadra. Tre successi diversi gli uni dagli altri per come sono stati costruiti al di là del valore delle avversarie incontrate.  Moncalieri, Albino e Carugate rappresentano il passato così come, dal punto di vista temporale, Alpo, Sanga e Udine ma quest’ultime con ben altro valore. La squadra sta crescendo partita dopo partita soprattutto mostrando un equilibrio sempre più marcato in tutte le fasi di gioco. Certo ad evidenziarsi soprattutto sono sempre i tabellini ma analizzando bene il tutto e vedendo dal vivo le partite appare chiaro che è tutto l’insieme che sta funzionando sempre più al meglio. Ma dietro a questo ci sta il lavoro fatto durante la settimana, l’impegno da parte di tutti, staff e giocatrici finalizzato alla crescita costante della squadra. Premessa a parte due parole sull’ultima gara bisogna dirle. “Grande prestazione. Una bellissima partita giocata dalle ragazze. Ottimi in difesa. Mossa benissimo la palla in attacco con percentuali altissime. Adesso puntiamo a trovare la massima continuità”. Le parole a caldo di coach Stibiel. Passando ad un commento più specifico sull’ultima gara, quella che ha visto all’opera una squadra convincente per tutta la sua durata. L’approccio è quello giusto con un parziale di 22-10 che è la dimostrazione più limpida di quello che si è visto in campo. In un contesto dove tutte le ragazze di coach Stibiel messe in campo giocano come si deve svetta la prestazione di una Melchiori in grande spolvero che blocca il primo e unico vantaggio delle padrone di casa con la prima tripla di una serata tutta da incorniciare (alla fine per Francesca ci sarà un 6/8 dalla distanza “e 30 p.ti complessivi. Per le padrone di casa è subito botte e una gara compromessa fin dalle prime battute. Il dominio della prima frazione si estenderà poi nel proseguo della contesa. Al riposo lungo il tabellone fissa il risultato sul 36-20 cui fa seguito un terzo periodo che vede favorire Udine con un parziale di 16-13. La reazione e l’orgoglio della formazione friulana trova però nuovamente “disco rosso” con Caccialanza & C.  che tornano assolute padrone del campo con un 13-5 parziale che fissa il risultato finale su un eloquente 62-41 a proprio favore. “Sono molto contento per il risultato ma soprattutto per la prestazione della squaudra” il commento del presidente che ha seguito da lontano e rivisto con calma la partita. “Giocare fuori casa è sempre difficile e la trasferta di Udine in particolare per tanti motivi. Dopo i successi con Alpo e il Sanga confermarci era l’obbiettivo. Ci siamo riusciti e l’abbiamo fatto in modo molto convincete giocando una signora partita. Sugli scudi certamente ci metto Francesca che però non è certamente una sorpresa e non rivelo un mistero se dico quanto la sua assenza nelle prime partite si sia fatta sentire. Ma oggi sarebbe riduttivo focalizzarci sulla sua prestazione perché è tutta la squadra che ha fatto una gran bella figura e che ci permette di guardare avanti con fiducia al proseguo del campionato. Guai però a rilassarci o dormire sugli allori perché vedremmo vanificare quanto fatto ultimamente e che ci ha permesso di tornare a farci temere”.

Condividi