Basket Team Crema

Contenuto

CONSIDERAZIONI A RUOTA LIBERA DEL PRESIDENTE

 lunedì 30 dicembre 2019

·         Lasciamo al Presidente un commento su commento su quanto è successo in questi 12 mesi e quelli che sono gli obbiettivi nella seconda parte della stagione: “Intanto vorrei sottolineare il fatto che la nostra realtà non è solo l’A2 anche se anche se naturalmente è lei il fiore l’occhiello della nostra realtà. Il nostro settore giovanile parallelamente alla prima squadra ha ottenuto ottimi risultati tra i quali un titolo regionale Under 16 Gold e Under 18 Silver; il Centro Mini basket continua ad essere tra i più vivi a livello regionale e le collaborazioni iniziate con il Basket School nello stesso settore e con la Dynamo nella Scuola rappresentano progetti di cui ne possiamo andare fieri; senza dimenticare quella con il Basket Femminile Crema presente con tutte nostre atlete nel campionato di Serie C.”. “I risultati conseguiti credo che parlino da soli. La seconda Coppa Italia consecutiva e l’ottimo comportamento nello scorso campionato ci ha confermato ancora tra le realtà più importanti a livello nazionale. Da lì avremmo voluto ripartire ma non e' stato possibile. Per scelte non nostre ci siamo trovati a dover rinnovare completamente lo staff tecnico e ad intervenire sulla squadra per la partenza di alcune giocatrici. Poi purtroppo sono venuti meno i rinnovi di alcuni nostri sponsor così come sono venute meno premesse e promesse. Non è stato facile ritrovare l'entusiasmo e la voglia di ripartire. Però alla fine la passione e forse un po' troppa fiducia ci ha spinto a ripartire. E direi che visti i risultati del campo la nuova scommessa l’abbiamo vinta ma solo in parte perché tanti problemi sono rimasti irrisolti”. Certamente un peccato per una realtà come la vostra considerando quello che il vostro movimento rappresenta oltre ai risultati conseguiti. “Diciamo che nel tempo i sostegni necessari abbiano avuto una tendenza inversamente proporzionale ai risultati anche se oggi più che mai il trovare risorse resta un problema generale e oggettivamente comprensibile”. Dopo un inizio non proprio brillante la squadra ha innestato le marce giuste e non ha più sbagliato un colpo. “E’ vero e ci sono le 10 vittorie consecutive a confermarlo,” Ma c’è un segreto dietro a questa continuità di risultati guardando non solo a questa stagione ma anche a quelle che l’hanno preceduta. “Intanto possiamo contare su un gruppo di ragazze che ci dà ampie garanzie. Sia il nostro zoccolo duro su cui abbiamo costruito e fondiamo le nostre certezze e fortune e che tutti ci invidiano. Ma anche grazie all’apporto delle nuove arrivate e che si sono inserite perfettamente”. Tra l’altro avete dovuto sostituire praticamente tutto lo staff tecnico reduce da due grandi stagioni? “Abbiamo sempre dato i giusti meriti agli allenatori e alle giocatrici che ci hanno regalato tante soddisfazioni ma una volta divisi guardato avanti. Sinceramente fin dal primo colloquio ho ritenuto che Giuliano fosse l’allenatore ideale per la nostra squadra e che avesse tutte le qualità necessarie per guidare la squadra che avremmo costruito insieme ma partendo da quelli che comunque la Società riteneva dei punti fermi. E visti i risultati che non sono solo quelli che si vedono in campo non possiamo che essere pienamente soddisfatti per il lavoro svolto con il supporto fondamentale di Giulia Gatti e degli altri collaboratori”.  Possiamo parlare dei prossimi obbiettivi? “Il primo l’abbiamo già raggiunto e ci porterà a difendere la coccarda tricolore nelle prossime Final Eight; per quanto riguarda il campionato penso che le ragazze saranno ancora una volta protagoniste della corsa alla promozione e pronte ad affrontare, qualunque sarà il piazzamento alla fine della regolar season, i prossimi play-off”. Fermo restando la necessità di trovare le risorse necessarie nel caso di una promozione l’impressione che si ricava visti i risultati ottenuti e le capacità dimostrate nello scegliere staff e squadre che si possa puntare al grande salto e che possa essere alla portata della Società e della Citta di Crema: “Il salto dalla A2 è un salto triplo sotto ogni punto di vista. e non ho dubbi che rappresenterebbe il giusto premio e coronamento di un cammino iniziato 30 anni fa. Per tutte le nostre ragazze e in particolar modo per quelle che l’hanno già sfiorata e che tengono per sé più di una recriminazione. Intanto non possiamo che cercare di confermare quanto di buono fatto fino ad ora poi sono convinto che avremmo tutte le carte in regola per giocarcela con qualsiasi avversaria. La grande favorita è e resta Moncalieri per le ambizioni dichiarate, l’organico a disposizione e gli investimenti fatti. Ma come sempre i campionati si vincono solo sul campo ed è lì dove, per quanto ci riguarda se ne avremo l’occasione, vorremmo giocarci tutte le nostre possibilità. Per tutto il resto aspettiamo e speriamo che quanto seminato ci porti a raccogliere il necessario per affrontare una sfida che rappresenterebbe il massimo per noi ma anche per lo sport cremasco e non solo”.

Condividi