Basket Team Crema

Logo Basket Team Crema

Contenuto

VITTORIA SOFFERTA CONTRO VICENZA. MA LA NOSTRA SQAUDRA HA DIMOSTRATO IL GIUSTO CARATTERE

 domenica 13 dicembre 2020

Reduce da due sconfitte consecutive e dalla sosta forzata per il rinvio della gara con Bolzano, avversario più ostico non poteva esserci per una Parking Graf Crema apparsa nelle ultime esibizioni lontana parente di quella vista all’opera all’inizio stagione sia in Coppa che in Campionato. A far visita a Caccialanza & C. sul parquet cremasco infatti si è presentato un Vicenza agguerrito e determinato a confermare il buonissimo cammino fatto fino ad ora con una classifica che la pone con la capolista Udine tra le sorprese del campionato. Un avversario dunque scomodo per le ragazze di coach Stibiel che ha messo alla frusta le padrone di casa che sono state costrette a tirare fuori gli artigli per venire a capo di una contesa che non a caso ha richiesto la disputa di un extra time per assegnare i due punti in pallio. In chiave classifica preziosi per una Parking Graf che sarà apparsa ancora poco concreta guardando le statistiche di gioco ma che ha dimostrato di essere capace di soffrire e di avere il giusto carattere per uscire da un momento, possiamo anche dirlo, non particolarmente brillante. Attributi questi che le hanno permesso di superare un ostacolo di assoluto valore per organizzazione e determinazione. Abbiamo potuto assistere ad una gara sicuramente non per palati fini ma combattuta dall’inizio alla fine tra due squadre che avevano lo stesso obbiettivo e la consapevolezza di poter prevalere. Peccato per l’assenza del pubblico qui a Crema così come su tutti gli altri campi di gioco dove si sta disputando un campionato tra i più combattuti ed equilibrati degli ultimi anni. Con partite che raramente vediamo chiudersi con netti successi di una o dell’altra squadra. Questo il tema che abbiamo visto svolgersi alla Cremonesi. Per la cronaca. I primi due quarti se li sono sparirti equamente le due squadre (17-15) il vantaggio delle padrone di casa al termine del primo periodo cui ha fatto seguito il contro break delle ragazze di coach Rebellato che sono andate al riposo lungo sul 27-24 a proprio favore ma evidentemente con i giochi del tutto aperti. Certo che senza nulla togliere a Gobbo & C. a gridare vendetta sono le percentuali realizzative delle loro avversarie che nei primi 20’, sarà anche per loro merito, litigano come non mai sotto canestro e non da meno dalla distanza. Tanti e troppi gli errori per poter scrollarsi di dosso una formazione che dimostra di saper tenere bene il campo in ogni frangente. Vicenza allunga all’inizio del terzo periodo con Crema che non buca mai la retina permettendo alle ospiti di portarsi sul +9 (33-24) e di rivedere decisamente in salita la strada per raggiungere il successo. Ma il bello del basket è che basta poco perché le situazioni si possono capovolgere. Nel giro di 2’ in rapida sequenza, non era ancora successo, Rizzi-Caccialanza e Gatti colpiscono dalla distanza e Nori completa l’aggancio (35-35). Che la gara abbia cambiato il suo corso e l’inerzia passata di mano. Assolutamente no. La contro risposta di Vicenza è un parziale di 6-0 che la riporta avanti (41-35) quando hanno inizio gli ultimi 10’. Melchiori e Nori sono protagoniste di un micidiale 11-0 per il nuovo sorpasso che dovrebbe essere gestito al meglio ma tutto questo non si verifica e quando arriva il suono della sirena il tabellone segna un 49-49 che rimanda ogni decisione ad altri 5’. Nel tira e molla che ne segue all’ultimo vantaggio ospite (56-54) rispondono Melchiori dalla distanza e Nori che chiude la contesa per il 59-56 finale. “Non possiamo far finta di non aver sofferto anche oggi ma fortunatamente anche se è meglio dare i giusti meriti alle nostre ragazze. Parliamoci chiaro. La squadra non sta attraversando un grande momento e questo, senza nulla togliere ai meriti di Vicenza o di chi ci ha battuto recentemente. Non voglio e credo che non si debbano cercare alibi ma sono convinto che anche la squadra è consapevole di poter dare molto di più. Intanto oggi se non a livello di statistiche nei momenti di maggiore difficoltà ho rivisto lo spirito e la voglia per ribaltare una situazione negativa e il carattere necessario” Il commento a caldo del Presidente Manclossi. “Certamente volevamo questa vittoria così come le nostre avversarie che meritano i miei complimenti per la loro prestazione. In questo momento dobbiamo fare quadrato cercando ognuno nel proprio ambito di dare il proprio apporto. Il primo obbiettivo adesso è quello di entrare tra le prime quattro per poter conquistare un posto per le final eight di Coppa Italia. Una sconfitta con Vicenza avrebbe certamente complicato un po' le cose, adesso le prospettive sono migliori ma ci attendono da qui alla fine del girone di andata ancora tre gare che dovremo affrontare tutte come se fossero delle finali senza guardare ai risultati delle altre squadre. Alla fine di questo percorso tireremo le somme e vedremo se ce lo saremo meritato. Io resto fiducioso ma allo stesso tempo convinto che dovremo alzare, e non di poco, il nostro rendimento per non correre il rischio di rimare esclusi”.


Condividi