Sito della società sportiva AD Basket Team Crema

Contenuto

Rassegna stampa

 Data: giovedì 8 giugno 2017

 Testata: La Provincia

A2 femminile, il coach «Sono contento di essere tornato per riprendere il discorso...»

di TOMMASO GIPPONI

nCREMA «Sono estremamente contento di essere tornato in una realtà come Crema, per poter riprendere un discorso e un lavoro che cinque anni fa è rimasto incompiuto»: queste le prime parole di coach Di ego Sgu aiz er da nuovo allenatore della TecMarCrema, un’avven - tura ‘bis ’ dopo la splendida annata di serie B di cinque stagioni fa culminata con il ritorno in serie A2. Il Basket Team quindi ha deciso di affidarsi nuovamente a l l’ultimo allenatore in grado di farle vincere un campionato, Sguaizer appunto, che ha lasciato un ottimo ricordo: «Allora fui costretto a lasciare per situazioni contingenti, dopo 5 anni torno con grandissimo entusiasmo e voglia di fare bene. In questo periodo ho tenuto comunque sempre degli ottimi rapporti con la società e con le ragazze. Diverse di loro c’er ano anche allora quando erano giovanissime. Ora sono delle atlete formate, e proprio per questo mi aspetto un impatto semplice col gruppo a livello di conoscenza reciproca e gestione. Con lo staff (Daniela Doldi e Antonio Pollice in via di riconferma come assistenti, ndr) lavoreremosodo, l’obiettivoè far rimanere questa squadra agli altissimi standard di rendimento che ha avuto negli ultimi anni». Squadra però che alla luce delle partenze dovrà operare un restyling deciso: «Fondamentalmente dobbiamo inserire almeno 4 nuove giocatrici. Due lunghe, una quattro e una cinque, che possano essere titolari, un loro cambio, e anche una playmaker». Le partenze di Zagni, Picotti, Conti e Veinberga, più l’impossibilità di avere Gilda Cerriper almeno tutta la prima parte di campionato, obbligano infatti la dirigenza biancoblù ad operare un mercato importante. Bisogna infatti rifare completamente la front line. Sguaizer è allenatore che ama giocare con quintetti piccoli e da corsa, per cuinon è da escludere uno starting five con Capoferri e Caccialanza ins iemea fianco diNorma Rizziplaymaker, proprio comeera stato in quella stagione. Mancano però la 4 e la 5 da quintetto. Sulla pivot si guarda alla pista straniera. Per rimanere ad alti livelli servono assolutamente nomi di qualità ed esperienza, almeno per le ipotetiche titolari. Si cercherà poi probabilmente una giovane come cambio dalla panchina per le lunghe, dove Sguaizer avrà comunque a disposizione una jolly come Parmesani e un’esterna come Alice Mandelli, che dopo un anno di stop per i problemi alla cartilagine è pronta a tornare. Mancherà poi sicuramente anche un cambio per il playmaker, una giocatrice che possa sostituire ma anche giocare assieme a Rizzi.

Condividi: