Sito della società sportiva AD Basket Team Crema

Contenuto

Rassegna stampa

 Data: lunedì 19 giugno 2017

 Testata: La Provincia

Serie A2 femminile

Colpi TecMar. Ecco Benic e Nori

La società cremasca conferma di voler puntare in alto con la croata e la romagnola per il pacchetto lunghi

di TOMMASO GIPPONI

CREMA Primi due innesti per la TecMar Crema, e sicuramente di grande spessore. Per comporre il proprio pacchetto di lunghe il sodalizio cremasco ha infatti pescato dalla Cestistica La Spezia, la scorsa stagione in serie A1, aggiudicandosi i servigi dell’ala forte croata Kristina Benic e dell’ala-centro romagnola Alice Nori. Indubbiamente, per la A2 si tratta di due giocatrici di altissimo livello, che compenseranno al meglio le partenti, provando a tenere il Basket Team nell’elite della categoria.

Benic e Nori saranno quindi le lunghe titolari a disposizione di coach Diego Sguaizer, che le ha fortemente volute, per le loro doti di duttilità, atletismo e dinamismo, fondamentali in un sistema di gioco ad alto ritmo come quello che vorrebbe impostare il tecnico bresciano. «Tra le varie candidate al ruolo proposte e visionate dal nostro allenatore sia Kristina che Alice sono diventate il nostro principale obbiettivo» è il commento del presidente biancoblù Paolo Manclossi. «Sciolte tutte le riserve in chiave tecnica e verificate le condizioni contrattuali, ma soprattutto accertata la volontà e il pieno gradimento delle due giocatrici di venire a Crema, siamo ben contenti di portarle a vestire la nostra maglia certi che a loro potremo donare l’ambiente ideale per esprimere al meglio le loro grandi potenzialità e per togliersi delle belle soddisfazioni».

Benic è un’ala forte di 186 cm classe ‘88, che dopo una carriera in patria ha giocato già una stagione in A1 al Cus Cagliari con ottime cifre prima d e l l’ultima metà stagione a La Spezia, subito dopo un’av - ventura in Inghilterrra. Può ricoprire entrambi gli spot di ala, è buonissima rimbalzista ma con range di tiro dalla distanza, e quindi possibilità di aprire il campo, ma soprattutto grande intelligenza tattica, al servizio di un gruppo che ha tante “bocche da fuoco”.

Nori invece è un centro classe 1993 estremamente atletico, che corre benissimo il campo, buona rimbalzista, che prima d e l l’avventura spezzina è stata già protagonista a livello di A2 con le maglie di Cervia (dove è cresciuta), Libertas Bologna e Ferrara, più volte avversaria di Crema, e protagonista anche a livello di nazionali giovanili. Due innesti di peso che vanno ad aggiungersi alle riconfermate Rizzi, Caccialanza, Capoferri, Parmesani, Mandelli, Cerri ( in attesa del suo recupero), più le giovanissime Vis igalli, Donzelli e Rossi che rimarranno sempre aggregate alla squadra, che dimostrano la volontà societaria di rimanere ai vertici della categoria. Rimane vacante solo uno spot come cambio del playmaker, ma anche in questo senso la dirigenza è al lavoro e nei prossimi giorni potrebbero esserci delle novità.

Dalla riunione di Lega Basket Femminile di sabato poi emerge come la formula del prossimo campionato rimarrà identica, con playoff a incrocio sui due raggruppamenti e stagione regolare al via il primo ottobre. Ancora prematura invece la composizione dei gironi, che registra una carenza di squadre al sud (rimaste solo Palermo e la neopromossa Roma, più tre sarde), mentre ci sarà l’u mbra Umbertide e nessuna squadra (si vociferava di Geas e Vicenza) ha chiesto il ripescaggio in A1 che quindi rischia di essere a 11 squadre. Una volta che si avrà il quadro completo di rinunce (per ora Stabia e Ferrara) e ripescaggi (si parla di Valdarno e Savona) si potrà avere un quadro decisamente più chiaro.

Condividi: