Sito della società sportiva AD Basket Team Crema

>
>

Contenuto

Rassegna stampa

 Data: domenica 6 maggio 2018

 Testata: La Provincia

Netto successo contro Marghera per la squadra cremasca (69-55) che oggi conoscerà chi sarà l'avversario in semifinale playoff (Costa Masnaga o Udine)

A2 femminile La Tecmar si impone d'autorità

di TOMMASO GIPPONI

nCREMA La TecMarCrema non sbaglia l’approccio e riesce a regolare abbastanza facilmente il Giants Marghera, accedendo così alla semifinale playoff del tabellonenord. Oralebiancoblù attendono di conoscere il nome della prossima avversaria, che uscirà dalla sfida in programma oggi alle 18 tra CostaMasnaga e Udine. In caso di vittoria delle prime si giocherà in terra lecchese (giovedì alle 19), mentre se la spunteranno le friulane la sfida si terrà alla Cremonesi, mercoledì alle 21. Se le cremasche troveranno una buona serata al tiro da fuori come ieri sera, e soprattutto se l’intensità difensiva sarà sempre alta come contro le veneziane, nessuna avversaria può fare paura.

Tina Benic ad aprire con una tripla, con Crema che difende forte eprova subito a spingere in transizione, e si porta sul 13-4 col canestro di Nori. Pieropan riporta sotto leveneziane, ma alla TecMar entra il tiro da fuori, e con le bombe di Togliani e Caccialanza arriva la prima doppia cifra di vantaggio sul 19-9. Partono forte le padrone di casa nella seconda frazione con Mandelli ma dall’altra parte Cecili da fuori riavvicina ancora le ospiti. È una partita che vive di strappi, con Crema che allunga tenendosi avanti, senza mai però un break deciso, e Marghera che ricuce, riportandosi anche a meno 1 col gioco da tre punti di Pastrello. Togliani e Benic però danno il più 5 interno all’int ervallo. Nella ripresa prova a dare finalmente un’accelerata decisa la TecMar, col canestrodi Nori e i cinque punti in fila di un’ot t ima Mandelli per il 45-33 del 25’. Marghera non si sblocca, e così il vantaggio cremasco sale fino a più 16. Nell’ultimo parziale le padrone di casa gestiscono, anche se a metà periodo hanno un momento di black out offensivo. Marghera però non ha troppe armi e non si avvicina a più di 9 lunghezze, con la difesa cremasca che tiene bene. I punti della staffa arrivano tutti dalla lunetta per Crema, che ora attende di conoscere il nome della sua prossima avversaria. Nella parte bassa del tabellone nord invece la semifinale sarà Villafranca- Castelnuovo Scrivia, con le due squadre che ieri hanno battuto Milano e Vicenza

Condividi: