Sito della società sportiva AD Basket Team Crema

>
>

Contenuto

Rassegna stampa

 Data: sabato 5 maggio 2018

 Testata: Il Nuovo Torrazzo

BASKET A2: la TecMar stupisce ancora!

Con l'ennesimo colpo di scena in una stagione che vive di emozioni continue, la TecMar Crema vince con merito contro l'Alpo Villafranca terzo in graduatoria, dopo la sconfitta sul campo del San Mar-tino ultimo, e complici i risultati dagli altri campi si regala un quinto posto e quindi un quarto di finale playoff in casa contro Marghera, che di tutte le dirette contendenti è l'unica che Caccialanza e compagne hanno battuto in entrambi gli scontri diretti di stagione regolare. La gara si terrà questa sera alle 21 alla Cremonesi di via Pandino, ed è un incontro secco che vale l'accesso alle semifinali del tabellone nord, che si terranno poi in settimana (mercoledì o giovedì) contro Costa Masnaga o Udine, con campo da definire a seconda della miglior piazzata in stagione regolare. Crema ha quindi pescato la compagine che meglio si adatta al suo tipo dì gioco, una squadra mediamente molto giovane che però può schierare una giocatrice di grande esperienza come Marta Granzotto, la giustiziera cremasca alle finali contro La Spezia di due stagioni fa. Avere i favori del pronostico però non può certo significare che le cremasche abbiano già vinto, tutt'altro, ai playoff i valori storicamente si livellano e bisognerà affrontare questa gara col massimo della concentrazione e della determinazione. I pronostici con la TecMar di quest'anno sono spesso andati a farsi benedire, con tonfi clamorosi contro le ultime della classe alternati a prestazioni superlative contro le prime. Come Alpo appunto, scesa alla Cremonesi sabato scorso da terza della classe già matematicamente, e con un roster di primissimo livello, tanto tecnicamente quanto fisicamente. Crema però ha appmcciato molto bene la partita. Ha difeso forte sin dai primi possessi e ha trovato subito una buona vena da tre punti. Ben sei le triple messe a segno dalle biancoblù nel primo quarto, che di fatto hanno indirizzato la partita, pur non ancora chiudendola. Alpo, di talento e fisicità, è rimasta sempre incollata, riuscendo anche a pareggiare in un paio di occasioni. Mai però a passare in vantaggio, e così la TecMar nel quarto periodo ha piazzato l'allungo vincente, merito di una Parmesani molto incisiva in attacco, che ha iniziato un parziale chiuso dalla tripla scacciapensieri di capitan Caccialanza per la vittoria 69-64. Una bella partita, ora da ripetere in post season, anche se non sarà facile. Marghera è squadra di grande intensità difensiva, che non va fatta entrare in ritmo. Crema ha sì vinto entrambi gli scontri stagionali ma sempre in volata e sempre in partite dal punteggio basso. Hanno fatto valere la propria maggiore esperienza le biancoblù, e dovranno rifarlo anche stasera, quando i ritmi saranno ancora più rallentati. tm

Condividi: