Sito della società sportiva AD Basket Team Crema

Logo Basket Team Crema
Coccarda Coppa Italia
Logo Basket Femminile Crema

Contenuto

Rassegna stampa

 Data: sabato 14 luglio 2018

 Testata: Il Nuovo Torrazzo

Basket: TecMar, operazioni mirate

Ha condotto un mercato con un'idea ben precisa la TecMar Crema, con le acquisizioni di due elementi potenzialmente da quintetto come Francesca Melchiori e Ivana Blazevic e di due giovani per allungare le rotazioni come Valentina Grassia e Sara Luna Iuliano. Il leit motif di tutte queste operazioni è stato sicuramente quello di aumentare il tasso atletico della squadra, la sua fisicità. La scorsa stagione è stata di insegnamento. Crema, infatti, si è sempre dimostrata tecnicamente all'altezza rispetto alle avversarie, anche alle più quotate, ma talvolta ha avuto problemi di atletismo e velocità. Specie sotto canestro, Alice Nori è spesso rimasta troppo sola a battagliare contro le avversarie, che a questo livello sono sicuramente impegnative, per via dei problemi fisici di Cerri e del fatto che Tina Benic, al di là dei centimetri, tecnicamente era in tutto e per tutto un'esterna. L'arrivo di Blazevic cambia notevolmente le cose, trattandosi sicuramente di una giocatrice più interna, che pure sa anche aprirsi e tirare da fuori. A lei quindi il compito di togliere a Nori un po' di peso in questo senso. In più, Cerri sarà ancora a disposizione una volta recuperato dall'infortunio (e se è in forma è una giocatrice che può spostare a questo livello), senza dimenticare che la rotazione in questo reparto è stata allungata dall'ingaggio di Grassia, giovane e molto atletica, che potrà dare minuti di qualità dalla panchina. E cambiato qualcosa anche a livello di esterne. Al blocco "cremasco" formato da Caccialanza, Capoferri, Rizzi e Parmesani, tutte potenzialmente titolari e comunque di esperienza e affidabilità, è stata aggiunta una giocairice importantissima come Francesca Melchiori. Si tratta di una ragazza che a livello di serie A2 può fare davvero la differenza, per talento e per tutta l'esperienza che ha acquisito in tanti anni di A1. Oltre a lei, c'è stato anche l'innesto di una giovanissima come Iuliano ancora sedicenne, che coach Sguaizer conosce molto bene, e che potrà fare un'esperienza preziosissima nel cercare di ritagliarsi il proprio spazio. Tutto ciò mette Crema nella parte alta di una ipotetica classifica basata solo sulle indicazioni del mercato, che aspetta di avere il riscontro del campo. Dando uno sguardo generale, le più complete a livello di rosa sembrano essere quasi tutte le lombarde, con l'eccezione di Alpo Villafranca, che al proprio roster già profondo ha aggiunto una giocatrice importante come Fertile. Per il resto, Costa Masnaga ha perso alcuni elementi della rotazione ma ha aggiunto la coppia di lunghe iper affidabile formata dall'ex Crema Picotti e dalla lituana Vente. Occhio anche alle altre due lombarde, con Carugate che si è assicurata Maffenini e Albino molto vicina all'altra ex bianco-blù Iannucci, due cannoniere che possono spostare gli equilibri.

Condividi: